News (9)

Alle 11.38 di oggi lunedì 27 aprile l'Ansa ha battuto la notizia della morte di due alpinisti della valle di Cembra travolti da una frana causata dal terremoto di sabato che ha colpito il Nepal. Notizia che purtroppo successivamente è stata confermata dal Commissariato del governo di Trento. Si tratta del noto alpinista Renzo Benedetti di Segonzano e di Marco Pojer di Grumes. I due erano impegnati in un trekking nella Rolwaling Valley a quota 3.500 metri. Il forte sisma che ha colpito il Nepal ha provocato una frana che ha travolto i due che facevano parte di una spedizione nella quale erano presenti anche Iolanda Mattevi anche lei di Segonzano e Attilio Dantone di Canazei, gestore del rifugio La Viel del Pan. La prima è rimasta ferita mentre il secondo non ha riportato alcun trauma. Entrambe le vittime erano particolarmente conosciute in valle. Benedetti era molto noto per le sue numerose spedizioni e ascensioni sia nelle Alpi che sugli ottomila himalayani che gli avevano fatto guadagnare anche il titolo di accademico del Cai, Marco Pojer invece era conosciuto per il suo impegno come cuoco presso la scuola materna di Grumes.

 

 

 

 

Saturday, 14 February 2015 00:00

Per la viticoltura cembrana un anno di medaglie

Nel corso del 2014 la viticoltura cembrana con i suoi vini e le sue grappe ha raccolto una messe di riconoscimenti e premi nazionali e internazionali. Merito di una nuova generazione di vignaioli, enologi e distillatori che crede nelle potenzialità di un territorio unico che abbina il paesaggio culturale dei vigneti a una cultura enologica moderna. I risultati di questo felice connubio non sono mancati, conquistando l’apprezzamento in molti concorsi, rassegne e segnalazioni sulle più prestigiose guide enogastronomiche.

Iniziamo questa carrellata con i Cembrani DOC, il giovane e frizzante Consorzio di produttori locali che da alcuni anni traina con entusiasmo e professionalità alcune eccellenze del territorio. Spiccano i riconoscimenti per il Brut di Opera Vitivinicola Valle di Cembra di Verla di Giovo, produttrice di Trento Doc, con la medaglia d’argento al Cervim e a Vinitaly 2014, la medaglia d’oro al Douja d’Or, le 5 sfere di “Bere Spumanti” (massimo riconoscimento) e i 2 bicchieri del Gambero Rosso; il Brut è stato inoltre nominato tra i migliori 300 vini frizzanti al mondo alla prima edizione del concorso Champagne & Sparlking Wine World Championships in Gran Bretagna.

Proseguendo con la storica Azienda di Alfio Nicolodi di Cembra, ecco Cimbrus Brut, spumante da lagarino bianco, riconosciuto tra i Top Hundred di Paolo Massobrio, mentre il Gewuerztraminer ottiene uno tra i punteggi più alti attribuito ai vini trentini dalla guida svizzera Vinum. Con la medaglia d’Argento viene premiato invece il Müller Thurgau all’XI concorso Internazionale dei Müller Thurgau dell’Arco Alpino.

Numerosi e prestigiosi riconoscimenti anche ai vini di Villa Corniole di Verla di Giovo: Top Hundred di Paolo Massobrio per Teroldego 7 pergole che riceve anche la Corona, ovvero il massimo riconoscimento, nella selezione di “Vini buoni d’Italia” del Touring Club Italiano; ottimi punteggi per il Pinot Grigio Ramato nella guida svizzera Vinum; medaglia d’Oro al Douja d’Or per il Terodelgo Rotaliano Petramontis, per il Mueller Thurgau Petramontis e il Pinot Grigio Petramontis; all’International Wine Challenge, medaglia di bronzo per il Terodelgo Petramontis e Cimbro Rosso e segnalazione per il Lagrein Petramontis; al Berliner Wine Trophy, medaglia d’Oro per Terodelgo Petramontis,Terodelgo 7 pergoleLagrein Petramontis.

Alla Cantina Pelz di Cembra sono andati nel corso del 2014 la medaglia d’Oro Cervim 2014 per il Riesling, la medaglia d’argento Cervim 2014 per il Kerner e le 4 stelle Winesurf per il Riesling, decretandolo così il migliore d’Italia.

Conclude il medagliere dei vini Cembrani DOC la Cantina Zanotelli di Cembra con le Medaglie di Gran merito per il Riesling, il Pinot Grigio, lo Chardonnay, il Kerner e il Müller Thurgau conferite alla mostra dei vini del Triveneto di Camalò; la medaglia d’argento all’XI Concorso Internazionale Vini Müller Thurgau dell’Arco Alpino e i due bicchieri del Gambero Rosso per Pinot nero, Riesling e Forneri Brut.

Che dire della distillazione…Grandi premi e segnalazioni anche per l’Azienda Paolazzi di Faver che a settembre si è aggiudicata importanti riconoscimenti al diciannovesimo concorso “Alambicco del Garda”: si tratta del titolo di “Grappa d’eccellenza” per Rachele (cat. grappe giovani) e Cilien 1888 (cat. Grappe invecchiate).

Alla pluripremiata Distilleria Pilzer di Faver, oltre alle decine di riconoscimenti e premi prestigiosi ricevuti negli ultimi anni a livello mondiale, è andata anche la medaglia d’Oro al Concours mondial de Bruxelles 2014 per la grappa moscato rosa.

Decine di ambiti premi e segnalazioni, nazionali ed internazionali che accanto agli eventi, alle visite guidate enogastronomiche culturali e naturalistiche fanno della Valle di Cembra, realtà dai piccoli numeri in termini statistici, ma dalle grandi eccellenze in termini di paesaggio culturale, vini, grappe e prodotti tipici, una delle mete ambite per un turismo rurale di nicchia, una destinazione scelta per l’enoturista e, potenzialmente, per i milioni di visitatori del Trentino, dal Garda alle Dolomiti.

Una tematica, quella dell’enoturismo, che gli operatori della valle di Cembra hanno individuato come punto di forza dell’economia locale, cercando di favorire un’importante azione di marketing interno ed esterno. I vigneti terrazzati e il paesaggio culturale in perfetta simbiosi con le aree protette dell’Alta Valle non sono però sufficienti. Il visitatore deve poter immergersi a 360° gradi in tutto ciò che lo circonda, metabolizzare ed elaborare con i cinque sensi quanto fisiologicamente vede, deve poter assimilare tutto ciò che fa “paese”: la cucina, il buon vino, la cultura, le tradizioni, l’architettura rurale, il vento, il sole, la professionalità dei suoi attori. In Valle di Cembra queste potenzialità ci sono, dobbiamo, tutti assieme, saperli mettere proficuamente a frutto.

Friday, 09 January 2015 00:00

2014: anno di record meteorologici

L’anno appena concluso ha fatto registrare dati climatici da record. E’ stato l’anno mediamente più caldo, anche se non abbiamo avuto un’estate degna di questo nome, e anche fra i più piovosi in assoluto. I dati raccolti nelle due stazioni meteorologiche ubicate in valle di Cembra lo confermano. La stazione di Meteotrentino di Cembra, in funzione dal 1994, ha segnato 1453 millimetri di pioggia caduti per metro quadrato, superando di 50 mm il dato fatto registrare nel 2008, di 500 mm il dato medio degli ultimi vent’anni e di oltre 900 mm rispetto al 2006, anno con minori precipitazioni registrate (528 mm). I giorni di pioggia sono stati ben 146, a fronte del dato medio di 87 giorni. La precedente punta superiore di 115 era stata fatta registrare nel 2008 e quella inferiore di 66 giorni di pioggia nel 2006.

Da poco più di un anno è entrata in funzione la stazione meteorologica di Verla che fa riferimento alla Fondazione Edmund Mach dell’Istituto agrario di San Michele a/A. Di questa stazione non sono quindi disponibili riferimenti agli anni precedenti. Il dato che più interessa è la quantità di pioggia caduta che si è attestata a 1725 millimetri. Un dato eclatante, visto che ha superato di quasi 300 mm quella fatta registrare a Cembra, dove normalmente si registrano precipitazioni più abbondanti rispetto alla bassa valle di Cembra. Un dato che certifica la grande anomalia meteorologica del 2014.

ALBIANO - Sabato 29 novembre il palazzetto dello sport di Albiano ospiterà il concerto, e che concerto visto che ha già raggiunto il sold-out, per celebrare i vent'anni di attività della band rock High Voltage. Sarà veramente un concerto ad alto voltaggio, visto che sul palco assieme agli High Voltage ci sarà la J. Futura Orchestra, il Coro San Biagio di Albiano, The River Boys di Mezzolombardo e il Coro Messa Rock oltre a diversi altri musicisti. Un evento di ampio respiro, di grande musica, che di sicuro soddisferà i numerosi fans della band cembrana ma anche quanti amano la musica in tutte le sue espressioni.

L'idea di celebrare con questa "High Voltage Symphony" è stata mutuata dal concerto che gli Scorpion fecero con la Berliner Symphony Orchestra. E saranno proprio alcuni brani eseguiti dagli Scorpion in quell'occasione ad aprire il concerto. Ospite d'onore sarà Christian Kolonowitz direttore dei Berliner, che ha voluto gentilmente mettere a disposizione del gruppo per questo anniversario le partiture originali dei pezzi eseguiti in quell'occasione dagli Scorpion. 

A curare la direzione artistica dell'evento è il maestro Maurizio Dini Ciacci il quale ha subito abbracciato con entusiasmo il progetto.  E' lui che coordina le tante forze impegnate nello spettacolo. Oltre alla rock band High Voltage infatti sul palco ci sarà la J. Futura Orchestra, ensemble professionista di caratura nazionale. L’orchestra sarà affiancata dalla River Boys di Mezzolombardo, big band e sezione fiati diretta dal maestro Giovanni Dalfovo, dal Coro S. Biagio diretto da Giorgio Pisetta, coro che già firmò il successo della Messa Rock, evento High Voltage datato 2012. Accanto al cantante Davide si esibiranno Alessio Bernardi dei The Jack e Claudio Pisano degli Skanners. Un concerto che si preannuncia di grande spessore artistico in cui prevale l'esecuzione di ballad dei grandi del rock, con anche qualche pezzo molto "tirato". Come si diceva l'evento ha già fatto registrare il tutto esaurito in prevendita. Inizio dello spettacolo alle ore 21.

 

Sunday, 09 November 2014 00:00

Un solo punto per le formazioni della valle

Quattro partite e un solo punto raccolto (Giovo) per le squadre della valle. Il Porfido Albiano è ritornato sconfitto per 3-1 dalla trasferta contro la Condinese perdendo così a vantaggio del Trento, la vetta della classifica. I ragazzi di Pistolato si sono subito ritrovati in svantaggio dopo nemmeno quattro minuti di gioco. Per i padroni di casa, avvantaggiati anche dalle disastrose condizioni del campo, è stato facile arginare gli avanti biani. Al 20' la Condinese raddoppia grazie ad un calcio di rigore. La continua pressione dei rossoneri si concretizza sul finire del tempo con la rete di Tanel che dimezza lo svantaggio. Tutta all'arrembaggio la seconda frazione di gioco ma i locali si difendono con ordine e su azione di contropiede portano a tre le reti, e sul risultato di tre a uno si conclude l'incontro. Domenica prossima impegno casalingo contro la Ravinense.

Sconfitta casalinga invece per il Verla che ha dovuto cedere i tre punti al Civezzano per 2-1 dopo essere andato in vantaggio grazie alla rete di Michele Mattei. Pur dominando per larga parte l'incontro i verlani non sono riusciti a stendere i biancazzurri che per parte loro nella ripresa hanno saputo capitalizzare al meglio le sole due occasioni da gol create. Uno stop forse immeritato, ma frutto della scarsa incisività degli avanti verlani condizionato anche dall'aver disputato la gara sul campo sintetico. Prossimo difficile impegno, ancora in casa, contro il Piné.

L'unico punto raccolto è stato quello del Giovo sul difficile campo dell'Audace di Caldonazzo. La gara, per la squadra di mister Valentini, si era messa bene grazie alla rete di Veronesi al 3' del primo tempo. Poi i granata si sono visti raggiungere proprio nell'ultimo dei  sei minuti di recupero. Sconfitto per 3-2 il Lonalases impegnato fuori casa con il Valsugana. La formazione di Leonardi ha letteralmente gettato alle ortiche un risultato positivo che sembrava già acquisito dopo aver concluso il primo tempo in vantaggio per 2-0 grazie alle reti Casagrande e Ivano Ferrari. Ripresa da dimenticare con i padroni di casa che prima recuperano il pareggio e poi passano avanti per il 3-2 definitivo. La prossima giornata prevede per il Giovo la trasferta contro la Vigolana, il Lonalases sarà invece impegnato in casa con l'Audace, mentre il Cembra, dopo la giornata di riposo di questa domenica, se la dovrà vedere con la Cauriol, capolista del girone, sul campo di Ziano. 

Tuesday, 09 September 2014 00:00

Recupero punti della patente

Il Corpo di polizia locale "Rotaliana Koenigsberg" organizza un corso per il recupero dei punti decurtati dalla patente. Il corso si terrà presso la sala comunale della "Casa anziani" di Lavis, via Degasperi a partire da lunedì 3 novembre. La durata sarà di 12 ore con frequenza obbligatoria. Saranno ammesse solo 2 assenze con l'obbligo di successivo recupero delle stesse. Con il corso, valido sole per le patenti AM, A1, A2, B1, B e BE si potranno recuperare 6 punti. Al corso potranno partecipare coloro hanno già ricevuto la comunicazione della decurtazione del punteggio dalla patente di guida da parte del Dipartimento dei Trasporti Terrestri. Le domande di ammissione si devono presentare presso i Comandi della polizia locale a Mezzolombardo, piazza Vittoria 2, alla sede di Lavis, via Degasperi 4, tramite fax 0461 247973, 0461 607084 entro le ore 12 del 25 ottobre 2014. Le lezioni si terranno dalle 20.30 alle 22.30 con il seguente calendario: lunedì 3 novembre, mercoledì 5, venerdì 7, lunedì 10, mercoledì 12, venerdì 14. La quota di partecipazione al corso è fissata in € 40,00 da versare, dopo aver ricevuto la conferma di ammissione, sul C/C n. 16336380 intestato al Comune di Lavis, Servizio tesoreria, indicando come causale: corso recupero punti patente.

Wednesday, 13 August 2014 00:00

Camminata lungo e dentro l'Avisio

Domenica 24 agosto ritorna la "Camminata lungo e dentro l'Avisio" organizzata dall'Associazione Sorgente '90. Il programma della manifestazione prevede il ritrovo alle 7.30 a Grauno da dove si partirà percorrendo il "Sentiero dei vecchi mestieri" scendendo verso La Rio. Qui alle 10.30 è prevista la merenda. Poi partenza sul greto con diversi attraversamenti del torrente nella suggestiva e unica selvaggia cornice che l'Avisio sa ancora regalare al visitatore. La meta finale è il maso Pianacci dove verso le 12.30 sarà servito il pranzo conviviale. 

La camminata è pensata per tutti, ma risulta comunque impegnativa e richiede abbigliamento e scarpe adeguate;  prevede anche degli attraversamenti in acqua ed è consigliato quindi portare dei cambi e indumenti adatti! E’ necessaria la prenotazione su questo sito o inviando una e-mail a This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. . Il ricavato vale come raccolta fondi per l’associazione Sorgente’90. Offerta minima 15 €, bambini 10€. In caso di maltempo la manifestazione verrà annullata.

 

Monday, 04 August 2014 00:00

"Simply Beauty", la bellezza in mostra

E' stata inaugurata venerdì 1 agosto l'esposizione fotografica di Claudio Gottardi che si potrà visitare presso le sale di Palazzo Maffei a Cembra fino a domenica 17 agosto. La mostra si colloca all'interno del progetto "Legami fram(menti), prospettive d'arte cembrana" che come ogni anno permette agli artisti locali di poter presentare al pubblico le loro opere. "Simply Beauty", questo il titolo della mostra, vuole essere la rappresentazione, semplicemente, della bellezza. Dopo le macro e le forme variopinte degli insetti è avvenuta un'evoluzione in un contesto che ha portato Claudio Gottardi alla fotografia di ritratto, dove la bellezza si esprime attraverso l'essere umano. Nelle sue foto con protagoniste principali le donne, Gottardi sa cogliere e valorizzare la bellezza. I tratti del viso, l'incanto degli occhi, il sorriso e la postura sono valorizzate con la giusta scelta della luce, dell'ambientazione e degli abiti. Una mostra da visitare per godere dell'esplosione di bellezza che il fotografo ha saputo cogliere con il suo obiettivo.

Questi i numeri vincenti e i premi della lotteria "Comitato Simposio scultura val di Cembra 2014":

1) scultura a scelta realizzata nel Simposio 2014 n. 6290;

2) Trattore di legna n. 2435;

3) Buono spesa di € 200 Conad Cembra n. 3411;

4) Cesto prodotti ittici n. 4203;

5) Buono spesa di € 150 Famiglia cooperativa Cembra n. 166;

6) Buono pranzo o cena per 4 persone Rifugio Sauch n. 3849.

I premi vanno ritirati entro il 7 settembre 2014.