Stema del comune  di Giovo

Manipolo di case a nord est del capoluogo, confinante con la frazione di Ville. Le poche case sono disposte su un piccolo pianoro sotto il Dosso di S. Floriano, sulla cui sommità vi è l'antica chiesa dedicata a San Floriano. Da qui il panorama spazia dal gruppo del Brenta fino al Fregasoga nel Lagorai oltre ad una panoramica vista sulla bassa valle di Cembra. In paese c'è la chiesa dedicata a S. Romedio che fu costruita quale voto per il colera del 1855 che causò 18 vittime. Una lapide ammonisce "Eterna Pace ai 18 vicini di Valternigo i quali il mese di agosto 1855 morirono di colera, riposino in pace".